Home / Cantieri dell'Immaginario 2024 / MIDNIGHT ECLIPSE, L’AMORE E LA MUSICA: UN VIAGGIO EMOTIVO

MIDNIGHT ECLIPSE, L’AMORE E LA MUSICA: UN VIAGGIO EMOTIVO

MERCOLEDÌ 24 LUGLIO • ORE 19 AUDITORIUM DEL PARCO

MIDNIGHT ECLIPSE,
L’AMORE E LA MUSICA: UN VIAGGIO EMOTIVO
quartetto jazz con
Alessandra Rossi, voce;
Alessio Cirella, piano;
Francesco Tursini, basso elettrico;
Francesco Bernardi, batteria.
TSA / MIDNIGHT ECLIPSE

L’amore, un sentimento totale e incondizionato, senza riserve. È un’emozione intensa che ci rende vulnerabili, ci apre completamente all’altro. È un amore unico e irripetibile, con la consapevolezza che non ci sarà mai un altro amore come quello che si sta vivendo in quel momento.
È come qualcuno che ha lasciato un’impronta indelebile nel cuore, un ricordo persistente che porta con sé la nostalgia e la bellezza. Nonostante il dolore, c’è la speranza e la promessa di giorni migliori, proprio come un cielo sereno e azzurro.
L’amore può essere imperfetto, ma è autentico. È l’accettazione e l’affetto genuino che rendono questo sentimento così potente. E come l’amore, anche la musica ha la capacità di suscitare energia, entusiasmo e immaginazione.
L’amore, in tutte le sue forme e sfumature, mostra la bellezza e la forza di questo sentimento universale. Ma come in ogni storia, c’è anche il lato oscuro: l’amore tradito e la sofferenza che ne deriva. In questi momenti, sentiamo la necessità di esprimere le nostre emozioni attraverso le lacrime.
La musica, come l’amore, richiede originalità e creatività. Una canzone senza ritmo non ha significato, proprio come una vita senza passione. Il ritmo e la passione sono fondamentali sia nella musica che nell’amore, rendendo ogni nota e ogni momento prezioso e indimenticabile.
Midnight Eclipse, è un quartetto jazz composto da quattro giovani ragazzi de L’Aquila, uniti dalla stessa passione, la musica. Dallo scorso autunno hanno intrapreso un percorso emotivo che li ha portati, attraverso una loro rilettura dei grandi classici del jazz, a sviscerare i brani con l’entusiasmo, la freschezza e soprattutto l’immaginazione propria della loro curiosità adolescenziale.