LA LUPA

LA LUPA

di Giovanni Verga

regia di Donatella Finocchiaro

progetto drammaturgico e collaborazione alla regia Luana Rondinelli

movimenti di scena Sabino Civilleri

scene e costumi Vincenzo La Mendola
musiche Vincenzo Gangi
luci Gaetano La Mela

con Donatella Finocchiaro, Bruno Di Chiara, Chiara Stassi, Ivan Giambirtone, Liborio Natali, Alice Ferlito, Laura Giordani, Raniela Ragonese, Giorgia D’Acquisto, Federica D’Amore, Roberta Amato, Giuseppe Innocente, Gianmarco Arcadipane

una produzione Teatro Stabile di Catania, Teatro della Città centro di produzione teatrale Catania

La chiamavano La Lupa. Oggi come ieri, è la donna che non si vergogna della sua sensualità e viene per questo additata dal contesto sociale perché libera, strana, diversa.

Lei, che di quella tentazione amorosa e carnale per Nanni si considerava la vittima. L’ossessione la spinge fino al gesto estremo di dargli in sposa la figlia Mara, per non perderlo.

Anche Nanni cade in questo vortice, si trascina a ginocchioni in penitenza lungo la processione, ma non riesce a liberarsi dalla tentazione della Lupa. Il gioco tra vittima e carnefice è un gioco al massacro. Insieme vivono nel “peccato”, e nella follia. Forse solo la morte potrà salvarli.

Nel testo, viene quindi amplificato il punto di vista della donna e della possibilità di vivere la propria vita sentimentale e sessuale liberamente, a dispetto di un ambiente retrogrado sempre pronto a puntare il dito contro quello che succede nelle vite e nelle case degli altri. Una lettura al femminile, quindi che esalta alcuni aspetti dell’opera verghiana

Dove e quando

Ridotto del Teatro comunale - 14 March 2024, 00:00
Ridotto del Teatro comunale - 15 March 2024, 17:30
Ridotto del Teatro comunale - 15 March 2024, 21:00