Home / NEWS / IL TSA APRE LE SELEZIONI PER I LABORATORI DI TROILO E CRESSIDA
Condividi
Pubblicato il 19 Giugno 2012

IL TSA APRE LE SELEZIONI PER I LABORATORI DI TROILO E CRESSIDA

Alessandro Preziosi chiama i giovani a L’Aquila e con il Teatro Stabile d’Abruzzo apre le selezioni per i laboratori del TROILO E CRESSIDA. I laboratori si svolgeranno nell’ambito del progetto "I Cantieri dell’Immaginario" e animeranno il centro storico della Città di L’Aquila nel prossimo mese di luglio. L’invito a partecipare è rivolto a giovani di ogni nazionalità che vorranno vivere una indimenticabile esperienza formativa.

L’evento
Tra le commedie meno conosciute di Shakespeare, in realtà "Troilo e Cressida" è tra le più attuali e come già notava Luigi Squarzina che in un celebre allestimento del ’64 mise in scena la Nato che assedia Troia, "in Shakespeare c’è tutto e tutto è molto resistente". L’opera viaggia su un doppio binario: da un lato racconta la storia d’amore tra il figlio minore del re di Troia e la figlia di Calcante (l’indovino che, dopo aver presagito la caduta di Troia, passa dal campo troiano a quello greco), dall’altro rappresenta un’analisi lucida e potente della guerra.
L’allestimento del Troilo e Cressida realizzato dal TSA è basato sull’adattamento e la riscrittura collettiva di questo "classico" di William Shakespeare, ma utilizzato come cannovaccio con inserti e sconfinamenti nella storia del teatro e nella contemporaneità, nel più ampio raggio del topos culturale della guerra di Troia da Omero a Joyce..
Il tema dominante è quello dell’identità, del recupero dei valori della memoria e della dignità di un popolo attraverso la straordinaria metafora delle rovinose circostanze dell’assedio di Troia ed insieme un atto di accusa ad ogni conflitto e alle funeste e laceranti conseguenze delle sfrenate passioni umane.
L’OPERA
Il dramma di Troilo e Cressida geniale e spietato, è tra le opere meno rappresentate di Shakespeare, eppure è tra quelle più ‘perfette’ e contemporanee, ma soprattutto è quella con cui il teatro torna a confrontarsi nei momenti più drammatici di crisi. Perché si parla di guerra, di guerra e d’amore. Con amarezza e disincanto sullo sfondo di un plumbeo orizzonte di distruzione.
Il tono oscilla continuamente tra quello di della commedia leggera e quello di un’oscura tragedia. Il continuo interrogarsi su valori fondamentali come il rispetto della gerarchia, l’onore e l’amore ne fanno un opera di straordinaria modernità.
Troilo e Cressida , tragedia in cinque atti databile al 1601, subito dopo Amleto, si addentra nelle viscere di un conflitto aspro e infinito, la guerra di Troia, in cui gli eroi del mito si svelano come fragili protagonisti di storie umanissime.
Durante l’assedio assistiamo alla storia d’amore dei troiani Troilo e Cressida (quest’ultima figlia di Calcante, l’indovino che però, prevedendo la sconfitta, è passato ai nemici), con la laida mediazione di Pandaro. Ettore sfida i greci a un combattimento e i principi greci decidono di mandare Aiace per provocare l’invidia e la rabbia di Achille. Del resto Ettore e Cassandra insistono per riconsegnare Elena ai greci per far finire la guerra ma Paride e Troilo rifiutano, e la guerra dovrà proseguire.
Le storie di guerra e d’amore si intrecciano pericolosamente. Calcante, infatti, ottiene da Agamennone uno scambio: i greci restituiranno un prigioniero ai troiani che in cambio consegneranno Cressida al padre. Gli innamorati sono così costretti a piegarsi alla ragion di stato e alle strategie belliche, giurandosi amore eterno. E mentre il duello tra Aiace e Ettore viene sospeso perché si scopre che sono lontanamente parenti, Troilo scopre a sua volta che Cressida ha dimenticato il giuramento e flirta con Diomede. La battaglia ormai infuria: Ettore uccide Patroclo, l’amante di Achille, che a sua volta uccide Ettore.
Shakespeare lascia un finale aperto sul caos di una guerra in corso, di un amore disilluso, di mezzani e traditori che strisciano nell’ombra: un finale aperto su una Storia che mostrato come nessuna guerra possa davvero finire.

I laboratori
L’allestimento di "Troilo e Cressida" nei luoghi del centro storico di L’Aquila colpiti dal sisma del 6 aprile 2009 che lambiscono la "zona rossa" definisce una innovativa forma di spettacolarità, realizzata in combinazione con una attività laboratoriale in ogni singolo settore artistico del progetto che precede per tre settimane la messa in scena e che vuole vedere l’intera città coinvolta soprattutto attorno agli edifici che più hanno subito le ferite dei crolli.
"Troilo e Cressida" nel suo aspetto formativo prevederà numerose occasioni di contatto con la cittadinanza, attraverso prove aperte al pubblico, possibilità di coinvolgimento dei cittadini come attori e figuranti, nonché incontri seminariali con autori, collaboratori artistici ed interpreti.L’allestimento culmine dell’attività laboratoriale verrà realizzato sotto forma di spettacolo itinerante, pensato con un’ottica multidisciplinare e utilizzando modalità di messa in scena multimediali e volutamente non convenzionali, si avvale della direzione artistica di Alessandro Preziosi.

Sono previsti i seguenti laboratori:

Laboratorio di Recitazione
Coordinatore: Andrea Baracco
Assistente: Daniele Muratore

Laboratorio di Movimento Scenico
Docente: Luca Ventura

Laboratorio di Scenografia
Docente: Marta Crisolini Malatesta

Laboratorio di Costumi
Docente: Silvia Polidori

Laboratorio di Drammaturgia
Docente: Tommaso Mattei

 

TROILO E CRESSIDA
laboratorio di drammaturgia
direzione artistica Alessandro Preziosi
docente Tommaso Mattei

dal 2 al 29 luglio 2012
dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 21,00
Teatro dell’Accademia di Belle Arti e Centro Storico
Alla base dell’allestimento dello spettacolo TROILO E CRESSIDA sarà il lavoro drammaturgico operato sul testo di William Shakespeare, il cui svolgimento è parallelo ed intersecato con quello del laboratorio di recitazione.

William Shakespeare scrive Troilo e Cressida nel 1601 e sebbene quest’opera sia definita un "problem play"(dramma dialettico) insieme a testi come Amleto, Tutto è bene quel che finisce bene e Misura per misura, in realtà non sembra appartenere ad alcun genere teatrale riconoscibile, anzi, sembra rifiutare categoricamente la propria "iscrizione" all’interno di una qualsivoglia definizione critica.Alcuni commentatori hanno definito Troilo e Cressida una sorta di "Iliade travestita", in cui Shakespeare si è esercitato in una spietata degradazione dell’epica e dei personaggi che questa cantava.
In definitiva Shakespeare sembra voler raccontare, attraverso la furiosa contrapposizione tra greci e troiani, non tanto le motivazioni e i successivi sviluppi della guerra in cui i due eserciti sono da tempo contrapposti, ma l’impotenza degli eroi, del tutto inadeguati alla situazione che si trovano a vivere. I personaggi rappresentati sono infatti infinitamente più piccoli della guerra che stanno combattendo.
Fatta eccezione per Troilo, Cressida e Pandaro, che si muovono al’interno del plot "amoroso", gli altri, coloro che sono i protagonisti della vicenda di "guerra", da Agamennone ad Achille, da Aiace ad Ettore sembrano essere soggiogati da un’indolenza e un parassitismo che li rende inetti e ne preclude l’azione. Discorso diverso va fatto per Ulisse, unico personaggio "problematico" e quindi in grado di leggere la realtà nella quale si trova ad agire. Ulisse, consapevole della distruzione dei valori, di cui è testimone, si impegna nell’arduo compito di decifrare e quindi poi sciogliere la decadenza e la stasi in cui la comunità di cui fa parte sembra essere definitivamente precipitata. La maggior parte dei personaggi del Troilo e Cressida, soprattutto i più "illustri", sono incastrati in una specie di pozzo senza fondo che li spinge sempre più verso il basso.
Attraverso la giustapposizione delle vicende amorose e di quelle militari, e ponendo una di fronte all’altra la società troiana, all’interno della quale sembrano ancora sopravvivere dei "valori" e quella greca, in cui al contrario questi stessi "valori" sono vittima di una continua degradazione, Shakespeare ci consegna un’opera su una comunità pesantemente consumata e quasi annientata dalla "rivalità" e dall’invidia reciproca.

Tommaso Mattei, architetto, è un produttore, cofondatore della compagnia Khora.teatro di cui è anche coordinatore editoriale, ha curato adattamenti per produzioni teatrali, produzioni televisive e fiction.

Regolamento e modalità di ammissione
1. I Laboratori del Teatro Stabile d’Abruzzo si terranno nelle sedi sopra indicate.
2. Le selezioni sono aperte ad attori, registi, drammaturghi, pedagoghi, danzatori, operatori, giovani interessati a approfondire la loro formazione teatrale, che abbiano compiuto i 18 anni di età e di cittadinanza europea come da presentazioni.
Costituiranno titolo preferenziale: il diploma rilasciato da scuole di recitazione riconosciute dallo Stato di appartenenza del candidato; precedenti esperienze a carattere professionale.
3. La domanda di partecipazione dovrà pervenire a: troiloecressida@teatrostabile.abruzzo.it
Oggetto: Selezioni Troilo e Cressida
Il candidato potrà allegare ogni altro elemento utile a facilitare il giudizio di ammissione. La decisione ultima, rispetto all’ammissione al corso, è comunque a discrezione della commissione. Le domande che perverranno oltre i termini potranno essere accolte solo nell’eventualità di posti vacanti. La commissione esaminatrice, composta da esperti nominati dal Teatro Stabile d’Abruzzo , si riserva la possibilità di valutare l’idoneità e le attitudini degli aspiranti convocandoli per una selezione.
Saranno a carico degli ammessi ai laboratori spese di viaggio e di soggiorno (prezzi convenzionati).
Gli ammessi ai corsi dovranno obbligatoriamente consegnare un certificato di sana e robusta costituzione.
Il Teatro Stabile d’Abruzzo potrà riservarsi di non attivare quei laboratori che non raggiungeranno il numero minimo di partecipanti necessari.
4. Al modulo d’iscrizione vanno allegati:
– Due foto formato tessera.
5. Termine ultimo per l’iscrizione è il giorno Sabato 23 Giugno

Modulo di Iscrizione
(da compilare in ogni parte e in stampatello)
Il/la sottoscritto/a ___________________________ nato/a _________________
(___) il___________ codice fiscale ___________________________ e residente in _____________ (___) – via/piazza ___________________________ n° ___ CAP _______ e domiciliato (se diverso dall’indirizzo di residenza) in __________ (___) – via/piazza ________________________ n° ___ CAP _______, reperibile ai recapiti tel. _______________, cell._________________ e posta elettronica (obbligatorio)_________________________
CHIEDE
di essere ammesso/a al laboratorio di DRAMMATURGIA del TROILO E CRESSIDA ovvero L’invenzione dell’umano",con il docente Tommaso Mattei che si terrà dal 2 al 29 luglio 2012 a L’Aquila.
Dichiara di frequentare (o essere in possesso del diploma) la Scuola di Teatro ________; ______________________________________________________________
Al fine di facilitare il giudizio della commissione esaminatrice, accettando integralmente il regolamento di iscrizione, il sottoscritto allega:
– N. 2 foto (primo piano e figura intera b/n);
– Curriculum vitae;
– Fotocopia del documento di identità e del codice fiscale;
Ai sensi dell’art.10 della legge 31/12/96 n°675 e del dlgs 196/03, il/la sottoscritto/a, autorizza al trattamento dei dati personali da parte del Teatro Stabile d’Abruzzo che utilizzerà i dati per la sola finalità di iscrizione al corso e che non li comunicherà o diffonderà a terzi.
_______, lì______

Firma ____________________________________
TROILO E CRESSIDA
laboratorio di recitazione
direzione artistica Alessandro Preziosi
coordinatore Andrea Baracco
assistente Daniele Muratore

dal 2 al 29 luglio 2012
dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 21,00
Teatro dell’Accademia di Belle Arti e Centro Storico

Obiettivo principale del laboratorio sarà quello di misurare la contemporaneità e la concretezza della parola shakespeariana. Il testo di riferimento, Troilo e Cressida, è un magnifico serbatoio di risorse e possibilità da analizzare e poi interrogare. Si approfondiranno le strutture drammaturgiche del testo, le direzioni che esso indica o esclude, per giungere a selezionare alcune scene su cui i partecipanti al laboratorio si andranno a confrontare.

Durante il laboratorio sarà data priorità allo studio del personaggio e delle sue dinamiche, in relazione sia alle situazioni dentro cui si muove, sia quando entra in rapporto e/o conflitto con gli altri personaggi del testo.
Avvalendosi, tra l’altro, dello strumento delle improvvisazioni, si cercherà di individuare i "motori" dei vari personaggi ed il tipo di "energia" che questi portano in scena nelle diverse situazioni in cui sono protagonisti.
Nel lavoro si partirà dal presupposto che ogni battuta o azione di un personaggio non è mai fine a se stessa, non si consuma esclusivamente nel momento in cui accade, ma riverbera costantemente tra le pagine e le pieghe più sottili e sfumate dell’intera opera, ed è segno, sempre, di una complessità architettonica estremamente sofisticata.
Cosa rende un personaggio esemplare nella sua unicità? Quali sono le azioni costanti che compie quel personaggio e cosa significano? Come orientarsi all’interno di un testo "magmatico" e complesso come il Troilo e Cressida al fine di giungere a possedere gli strumenti adeguati per mettere in vita la parola shakesperiana?
Il laboratorio, in definitiva, sarà inteso come una vera e propria officina in cui mettere sotto osservazione i principi fondamentali della drammaturgia del grande scrittore inglese, al fine di rintracciare quali e quante possibilità di movimento e quindi di "invenzione" si hanno nel momento in cui si giunge ad avere un confronto diretto con un materiale così complesso ma mai compiaciuto, complicato o intellettualistico.

Andrea Baracco, laureato in Storia del Teatro e dello Spettacolo con una tesi su Harold Pinter e diplomato in regia presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica "Silvio d’Amico" con il saggio – spettacolo "Il Compleanno" di Harold Pinter, collabora con l’Accademia prima in qualità di Tutor delle classi di regia e poi come principale collaboratore del Direttore e contemporaneamente con l’Università di Roma "La Sapienza",cattedra di Istituzioni di Regia.
Tra le sue regie: "L’uomo, la bestia e la virtù" di Luigi Pirandello, "Tunnel" da un racconto di F. Durrenmatt; "Filottete" da Sofocle; "Romeo e Giulietta" di W. Shakespeare; "Elisa Cruz" di Vincenzo Manna. Oltre che regista è autore di "Interno Abbado". Dirige, nel 2007, nel 2008 e nel 2011 spettacoli all’interno della rassegna "Trend – nuova drammaturgia anglosassone" a cura del critico de "La Repubblica" Rodolfo Di Giammarco.
Con lo spettacolo "La cattiva", da testi di Massimo Bontempelli, vince la menzione speciale al concorso "Nuove sensibilità" con un contributo per la produzione assegnato dall’ETI (2007).
"Interno Abbado" è lo spettacolo vincitore della sezione teatro del concorso nazionale "Martelive" (2008).Vince il premio per la miglior regia alla rassegna "Schegge d’autore" (2008).
Nel 2012 dirige "Giulio Cesare" di William Shakespeare (2012), (produzione 369 gradi e lungta film in collaborazione con Teatro di Roma), lo spettacolo, andato in scena in prima nazionale al Teatro India (Roma), è stato selezionato al Globe Theatre di Londra in rappresentanza del teatro italiano per onorare e celebrare l’intera opera di Shakespeare (37 opere per 37 paesi rappresentanti) in occasione dei giochi olimpici di Londra 2012.
Nel 2012 dirige il film "Yalda" di cui è anche sceneggiatore insieme a Massimo Gaudioso e Vincenzo Manna. "Yalda" ha ricevuto il finanziamento dalla sezione cinema del MIBAC (Ministero dei beni e delle attività culturali) riservato alle opere prime, ed il riconoscimento di opera di interesse culturale, film prodotto da Rai Cinema e dalla Dulcinea di Marco Ambrosino.

Regolamento e modalità di ammissione
1. I Laboratori del Teatro Stabile d’Abruzzo si terranno nelle sedi sopra indicate.
2. Le selezioni sono aperte ad attori, registi, drammaturghi, pedagoghi, danzatori, operatori, giovani interessati a approfondire la loro formazione teatrale, che abbiano compiuto i 18 anni di età e di cittadinanza europea come da presentazioni.
Costituiranno titolo preferenziale: il diploma rilasciato da scuole di recitazione riconosciute dallo Stato di appartenenza del candidato; precedenti esperienze a carattere professionale.
3. La domanda di partecipazione dovrà pervenire a: troiloecressida@teatrostabile.abruzzo.it
Oggetto: Selezioni Troilo e Cressida
Il candidato potrà allegare ogni altro elemento utile a facilitare il giudizio di ammissione. La decisione ultima, rispetto all’ammissione al corso, è comunque a discrezione della commissione. Le domande che perverranno oltre i termini potranno essere accolte solo nell’eventualità di posti vacanti. La commissione esaminatrice, composta da esperti nominati dal Teatro Stabile d’Abruzzo , si riserva la possibilità di valutare l’idoneità e le attitudini degli aspiranti convocandoli per una selezione.
Saranno a carico degli ammessi ai laboratori spese di viaggio e di soggiorno (prezzi convenzionati).
Gli ammessi ai corsi dovranno obbligatoriamente consegnare un certificato di sana e robusta costituzione.
Il Teatro Stabile d’Abruzzo potrà riservarsi di non attivare quei laboratori che non raggiungeranno il numero minimo di partecipanti necessari.
4. Al modulo d’iscrizione vanno allegati:
– Due foto formato tessera.
5. Termine ultimo per l’iscrizione è il giorno Sabato 23 Giugno

Modulo di Iscrizione
(da compilare in ogni parte e in stampatello)
Il/la sottoscritto/a ___________________________ nato/a _________________
(___) il___________ codice fiscale ___________________________ e residente in _____________ (___) – via/piazza ___________________________ n° ___ CAP _______ e domiciliato (se diverso dall’indirizzo di residenza) in __________ (___) – via/piazza ________________________ n° ___ CAP _______, reperibile ai recapiti tel. _______________, cell._________________ e posta elettronica (obbligatorio)_________________________
CHIEDE
di essere ammesso/a al laboratorio di RECITAZIONE del TROILO E CRESSIDA ovvero L’invenzione dell’umano",con il docente Andrea Baracco che si terrà dal 2 al 29 luglio 2012 a L’Aquila.
Dichiara di frequentare (o essere in possesso del diploma) la Scuola di Teatro ________; ______________________________________________________________
Al fine di facilitare il giudizio della commissione esaminatrice, accettando integralmente il regolamento di iscrizione, il sottoscritto allega:
– N. 2 foto (primo piano e figura intera b/n);
– Curriculum vitae;
– Fotocopia del documento di identità e del codice fiscale;
Ai sensi dell’art.10 della legge 31/12/96 n°675 e del dlgs 196/03, il/la sottoscritto/a, autorizza al trattamento dei dati personali da parte del Teatro Stabile d’Abruzzo che utilizzerà i dati per la sola finalità di iscrizione al corso e che non li comunicherà o diffonderà a terzi.
_______, lì______

Firma ____________________________________
TROILO E CRESSIDA
laboratorio di movimento scenico
direzione artistica Alessandro Preziosi
docente Luca Ventura
dal 2 al 29 luglio 2012
dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 21,00
Teatro dell’Accademia di Belle Arti e Centro Storico

Il laboratorio di movimento scenico inizia il suo percorso con la scoperta e la conoscenza del proprio corpo in quanto "macchina" e "motore" dell’interiorità e delle azioni.

Educare il corpo significa trasformarlo, evolverlo, addestrarlo in un mezzo espressivo, capace di trasmettere la vita del personaggio.
Il lavoro educativo si basa sulla Biomeccanica che non è un "sistema" di recitazione, ma un allenamento globale dell’attore in funzione di un momento successivo che è la recitazione. Attraverso il lavoro di training, si analizzano e si sviluppano le qualità psico-fisiche dell’attore, con particolare attenzione alla composizione del movimento sulla base dei principi della Biomeccanica Teatrale per arrivare al passaggio dal movimento all’azione. Bagaglio fondamentale per questo cammino sarà l’utilizzo della fantasia.

Luca Ventura, attore diplomato nel 2002 presso la scuola Centro Internazionale La Cometa di Roma diretta da N. Karpov e A. Woodhouse, che si specializza come pedagogo in movimento scenico e Biomeccanica teatrale alla Russian Academy of Theatre Arts Gitis di Mosca, attraverso le tecniche che accostano i metodi di Stanislavskij, Mejerchol’d e Michail Cechov.
Inizia immediatamente la sua attività di attore e pedagogo lavorando con registi come Nikolaj Karpov, Alan Woodahause, Gianfranco Isernia, Anatolij Vassiliev, Pierpaolo Sepe, Flavio Albanese, Gigi Proietti, Giuseppe Marini, Natalia Zvereva, Lisa Ferlazzo Natoli, Roberto Romei e Tenerezza Fattore.
Dal 2004 ha preso parte a numerosi cortometraggi e lungometraggi (tra cui MANUALE PER I VIAGGIATORI di M. Senatore, IL KILLER SENZA VOLTO di G. Mazzero, CARLO LEVI di R. Creton). Dal 2002 e’ assistente al docente di movimento scenico Nikolaj Karpov. Oltre che docente della Link Academy, insegna Movimento scenico presso il Centro Internazionale La Cometa, il Teatro Azione e La scaletta di Roma.Come attore e regista, ha lavorato in ROMEO E GIULIETTA (W. Shakespeare), regia di Gigi Proietti; IL PONTE (Jerzy Szaniawski), regia di Maria Shmaevich; SOLO UN PEZZO DI PANE (Rainer Werner Fassbinder), regia Pierpaolo Sepe; ROMEO E GIULIETTA (W. Shakespeare), regia di Nikolaij Karpov; SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE (W. Shakespeare), regia di Alan Woodhou.

Regolamento e modalità di ammissione
1. I Laboratori del Teatro Stabile d’Abruzzo si terranno nelle sedi sopra indicate.
2. Le selezioni sono aperte ad attori, registi, drammaturghi, pedagoghi, danzatori, operatori, giovani interessati a approfondire la loro formazione teatrale, che abbiano compiuto i 18 anni di età e di cittadinanza europea come da presentazioni.
Costituiranno titolo preferenziale: il diploma rilasciato da scuole di recitazione riconosciute dallo Stato di appartenenza del candidato; precedenti esperienze a carattere professionale.
3. La domanda di partecipazione dovrà pervenire a: troiloecressida@teatrostabile.abruzzo.it
Oggetto: Selezioni Troilo e Cressida
Il candidato potrà allegare ogni altro elemento utile a facilitare il giudizio di ammissione. La decisione ultima, rispetto all’ammissione al corso, è comunque a discrezione della commissione. Le domande che perverranno oltre i termini potranno essere accolte solo nell’eventualità di posti vacanti. La commissione esaminatrice, composta da esperti nominati dal Teatro Stabile d’Abruzzo , si riserva la possibilità di valutare l’idoneità e le attitudini degli aspiranti convocandoli per una selezione.
Saranno a carico degli ammessi ai laboratori spese di viaggio e di soggiorno (prezzi convenzionati).
Gli ammessi ai corsi dovranno obbligatoriamente consegnare un certificato di sana e robusta costituzione.
Il Teatro Stabile d’Abruzzo potrà riservarsi di non attivare quei laboratori che non raggiungeranno il numero minimo di partecipanti necessari.
4. Al modulo d’iscrizione vanno allegati:
– Due foto formato tessera.
5. Termine ultimo per l’iscrizione è il giorno Sabato 23 Giugno

Modulo di Iscrizione
(da compilare in ogni parte e in stampatello)
Il/la sottoscritto/a ___________________________ nato/a _________________
(___) il___________ codice fiscale ___________________________ e residente in _____________ (___) – via/piazza ___________________________ n° ___ CAP _______ e domiciliato (se diverso dall’indirizzo di residenza) in __________ (___) – via/piazza ________________________ n° ___ CAP _______, reperibile ai recapiti tel. _______________, cell._________________ e posta elettronica (obbligatorio)_________________________
CHIEDE
di essere ammesso/a al laboratorio di MOVIMENTO SCENICO del TROILO E CRESSIDA ovvero L’invenzione dell’umano",con il docente Luca Ventura che si terrà dal 2 al 29 luglio 2012 L’Aquila.
Dichiara di frequentare (o essere in possesso del diploma) la Scuola di Teatro ________; ______________________________________________________________
Al fine di facilitare il giudizio della commissione esaminatrice, accettando integralmente il regolamento di iscrizione, il sottoscritto allega:
– N.2 foto (primo piano e figura intera b/n);
– Curriculum vitae;
– Fotocopia del documento di identità e del codice fiscale;
Ai sensi dell’art.10 della legge 31/12/96 n°675 e del dlgs 196/03, il/la sottoscritto/a, autorizza al trattamento dei dati personali da parte del Teatro Stabile d’Abruzzo che utilizzerà i dati per la sola finalità di iscrizione al corso e che non li comunicherà o diffonderà a terzi.
_______, lì______

Firma ____________________________________

TROILO E CRESSIDA
laboratorio di scenografia
Direzione artistica Alessandro Preziosi
docente Marta Crisolini Malatesta
dal 2 al 29 luglio 2012
dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 21,00
Teatro dell’Accademia di Belle Arti e Centro Storico

Il corso intende articolarsi su livelli comunicanti di apprendimento e progettualità finalizzato all’elaborazione di bozzetti, pianta, sezioni e sviluppo di particolari costruttivi per la messa in scena del testo di Shakespeare Troilo e Cressida.
Gli studenti avranno un ruolo attivo nella realizzazione di alcuni elementi scenici. Il laboratorio è teso allo studio dello spazio scenico non canonico che lo spettacolo TROILO E CRESSIDA utilizzerà nella sua forma itinerante attraverso piazze e vicoli del centro storico della città di L’Aquila. E’ indirizzato a studenti di Architettura, a studenti dell’Accademia di Belle Arti e dei licei artistici, ma anche a giovani che vogliono sperimentare, utilizzando un percorso soprattutto pratico, la creazione e la trasformazione degli spazi urbani per farli divenire luoghi poetici ed evocativi. Durante la fase dell’allestimento il lavoro sarà svolto anche all’interno di laboratori scenotecnici per poter realizzare elementi scenici che possano dialogare con gli edifici e le architetture che faranno da sfondo alle guerre ed agli amori shakespeariani.
Marta Crisolini Malatesta collabora da tempo con il Teatro Stabile d’Abruzzo. E’ diplomata col massimo dei voti in Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti di Perugia e nel 1990 inizia la sua carriera lavorativa come assistente alle scene e ai costumi per numerosi spettacoli di prosa e opera, di cui spesso cura tutta la parte progettuale, tra cui Macbeth (Teatro Grande di Brescia), Nostre ombre quotidiane (Teatro di Benevento), Il barbiere di Siviglia (Cairo Opera House) e la Traviata (Teatro San Carlo) con la regia di Sandro Sequi, Il furioso all’isola di Santo Domingo (teatro Doninzetti di Bergamo) e La scala di seta (Teatro la Fenice) con la regia di Luca De Fusco, Carmen (New National Theatre di Tokyo) con la regia di Maurizio Di Mattia, La coscienza di Zeno, con la regia di Piero Maccarinelli, L’amica delle mogli con la regia di Gigi D’Aglio e Persiani ed Eumenidi (Teatro Greco di Siracusa) con la regia di Antonio Calenda.
Nel 1997 inizia anche la sua carriera accademica come docente di Scenotecnica e Costume per lo Spettacolo all’Accademia Pietro Vannucci di Perugia, incarico che tuttora ricopre.
Firma la sua prima scenografia nel 2001 per lo spettacolo Colpevole innocenza con la regia di Arnoldo Foà.
Collabora ancora lungamente come assistente con il Teatro Stabile del Veneto per altri spettacoli sotto la regia di Luca De Fusco, tra cui Cronache italiane e La Certosa di Parma (entrambi coprodotti dal Teatro Stabile d’Abruzzo) e poi L’Isola del tesoro, L’angelo e il fuoco, Il giuoco delle parti, Il viaggio a Venezia, e La trilogia della villeggiatura, ha firmato i costumi per Elettra Teatro Olimpico di Vicenza, con Lina Sastri e Lei, cinque donne per Casanova, Napoli Teatro Festival sempre con la regia di Luca De Fusco.
Firma inoltre le scene di Fiore di Cactus con la regia di Tonino Pulci, scena e costumi di Prova a farmi ridere con la regia di Maurizio Micheli, scene di A Fil di spada con la regia di Aldo Sarullo, scene e costumi dell’Opera Arcibaldo Sonivari e Il misterioso caso della musica scomparsa (Teatro Comunale di Modena) con la regia di Alessandra Panzavolta, i costumi de Il giavellotto dalla punta d’oro (Biennale di Venezia) con la regia di Giorgio Marini, i costumi di Fedra e Le Troiane (Festival del Mediterraneo) con la regia di Claudio Di Scanno, scene e costumi per Il sequestro (Teatro Comunale di Modena) con la regia di Alessandra Panzavola, scene e costumi per La figlia Di Jorio con la regia di Claudio Di Scanno, scene e costumi per Piccoli crimini coniugali (Teatro Stabile di Verona), e Le Nuvole (INDA Teatro Greco di Siracusa) con la regia di Alessandro Maggi, scenografo collaboratore dell’Opera da tre soldi (Napoli Teatro Festival-Teatro San Carlo) con la regia di Luca De Fusco, i costumi per Questa sera si recita a soggetto con la regia di Ferdinando Ciriani, scene e costumi per Il bambino e gli incantesimi con la regia di Alessandra Felli, scene costumi per Igiene dell’assassino con la regia di Alessandro Maggi, ultima produzione del Teatro Stabile d’Abruzzo in collaborazione con il Napoli Teatro Festival.

Regolamento e modalità di ammissione
1. I Laboratori del Teatro Stabile d’Abruzzo si terranno nelle sedi sopra indicate.
2. Le selezioni sono aperte ad attori, registi, drammaturghi, pedagoghi, danzatori, operatori, giovani interessati a approfondire la loro formazione teatrale, che abbiano compiuto i 18 anni di età e di cittadinanza europea come da presentazioni.
Costituiranno titolo preferenziale: il diploma rilasciato da scuole di recitazione riconosciute dallo Stato di appartenenza del candidato; precedenti esperienze a carattere professionale.
3. La domanda di partecipazione dovrà pervenire a: troiloecressida@teatrostabile.abruzzo.it
Oggetto: Selezioni Troilo e Cressida
Il candidato potrà allegare ogni altro elemento utile a facilitare il giudizio di ammissione. La decisione ultima, rispetto all’ammissione al corso, è comunque a discrezione della commissione. Le domande che perverranno oltre i termini potranno essere accolte solo nell’eventualità di posti vacanti. La commissione esaminatrice, composta da esperti nominati dal Teatro Stabile d’Abruzzo , si riserva la possibilità di valutare l’idoneità e le attitudini degli aspiranti convocandoli per una selezione.
Saranno a carico degli ammessi ai laboratori spese di viaggio e di soggiorno (prezzi convenzionati).
Gli ammessi ai corsi dovranno obbligatoriamente consegnare un certificato di sana e robusta costituzione.
Il Teatro Stabile d’Abruzzo potrà riservarsi di non attivare quei laboratori che non raggiungeranno il numero minimo di partecipanti necessari.
4. Al modulo d’iscrizione vanno allegati:
– Due foto formato tessera.
5. Termine ultimo per l’iscrizione è il giorno Sabato 23 Giugno

Modulo di Iscrizione
(da compilare in ogni parte e in stampatello)
Il/la sottoscritto/a ___________________________ nato/a _________________
(___) il___________ codice fiscale ___________________________ e residente in _____________ (___) – via/piazza ___________________________ n° ___ CAP _______ e domiciliato (se diverso dall’indirizzo di residenza) in __________ (___) – via/piazza ________________________ n° ___ CAP _______, reperibile ai recapiti tel. _______________, cell._________________ e posta elettronica (obbligatorio)_________________________
CHIEDE
di essere ammesso/a al laboratorio di SCENOGRAFIA del TROILO E CRESSIDA ovvero L’invenzione dell’umano",con il docente MARTA CRISOLINI MALATESTA che si terrà dal 2 al 29 luglio 2012 a L’Aquila.
Dichiara di frequentare (o essere in possesso del diploma) la Scuola di Teatro ________; ______________________________________________________________
Al fine di facilitare il giudizio della commissione esaminatrice, accettando integralmente il regolamento di iscrizione, il sottoscritto allega:
– N. 2 foto (primo piano e figura intera b/n);
– Curriculum vitae;
– Fotocopia del documento di identità e del codice fiscale;
Ai sensi dell’art.10 della legge 31/12/96 n°675 e del dlgs 196/03, il/la sottoscritto/a, autorizza al trattamento dei dati personali da parte del Teatro Stabile d’Abruzzo che utilizzerà i dati per la sola finalità di iscrizione al corso e che non li comunicherà o diffonderà a terzi.
_______, lì______

Firma ____________________________________

TROILO E CRESSIDA
laboratorio di costumi
direzione artistica Alessandro Preziosi
docente Silvia Polidori
dal 2 al 29 luglio 2012
dalle ore 10,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 21,00
Teatro dell’Accademia di Belle Arti e Centro Storico

Il laboratorio di costumi del Troilo e Cressida nella sua impostazione volutamente pratica e operativa si fonderà principalmente sulle possibilità creative del " riuso" e del riciclo del cosiddetto ready made per la realizzazione dei costumi dello spettacolo – evento finale.

Dalla documentazione al bozzetto, dalla campionatura alla ricerca dei materiali fino ai trattamenti, dalle tinture alle applicazioni in vista della realizzazione finale.
Il lavoro prevede in quest’ottica laboratoriale anche la reinvenzione di alcuni elementi scenici come attrezzeria e armi.
L’attività formativa che rispecchia quella di un vero "laboratorio" di sartoria teatrale si svolgerà in stretta collaborazione e sinergia con ogni altro singolo settore artistico del progetto.
Il laboratorio potrà essere frequentato, oltre che da studenti con percorsi di preparazione specifici, anche da giovani che vogliano avvicinarsi alla "materia del costume" e al lavoro creativo e manuale del "dietro le quinte".

Silvia Polidori è nata a Roma dove ha studiato alla facoltà di architettura, ha cominciato a lavorare come assistente costumista nel 1974 e come costumista nel 1978. La docente ha insegnato costume presso l’ Istituto Europeo di Design (IED) dal 2000 al 2008.
Ha vinto, per il suo lavoro, numerosi premi tra i quali nel 1991 – Biglietto d’Oro (AGIS) per "La Medea di Porta Medina", nel1994 – Biglietto d’Oro (AGIS) per "Il contratto", nel 2000 – Premio primo festival del cortometraggio per "arrivano I sandali", nel 2004 – Premio "gli olimpici del teatro"per i costumi de "La visita della vecchia signora", nel 2007 – Premio ”gli olimpici del teatro” per i costumi di ”Chantecler”, nel 2007 – Premio ”girulà” per i costumi di ”Chantecler”. Ha lavorato in teatro con grandi registi come Armando.Pugliese, Bruno.Garofano, Andre Ruth Shamma, Claudio Mattone, Francesco Sala, Walter Manfrè; ha curato i costumi per produzioni cinematografiche e per opere liriche. Ha ideato i costumi per il musical "Jekill & Hyde" prodotto dal Teatro Stabile d’Abruzzo.

Regolamento e modalità di ammissione
1. I Laboratori del Teatro Stabile d’Abruzzo si terranno nelle sedi sopra indicate.
2. Le selezioni sono aperte ad attori, registi, drammaturghi, pedagoghi, danzatori, operatori, giovani interessati a approfondire la loro formazione teatrale, che abbiano compiuto i 18 anni di età e di cittadinanza europea come da presentazioni.
Costituiranno titolo preferenziale: il diploma rilasciato da scuole di recitazione riconosciute dallo Stato di appartenenza del candidato; precedenti esperienze a carattere professionale.
3. La domanda di partecipazione dovrà pervenire a: troiloecressida@teatrostabile.abruzzo.it
Oggetto: Selezioni Troilo e Cressida
Il candidato potrà allegare ogni altro elemento utile a facilitare il giudizio di ammissione. La decisione ultima, rispetto all’ammissione al corso, è comunque a discrezione della commissione. Le domande che perverranno oltre i termini potranno essere accolte solo nell’eventualità di posti vacanti. La commissione esaminatrice, composta da esperti nominati dal Teatro Stabile d’Abruzzo , si riserva la possibilità di valutare l’idoneità e le attitudini degli aspiranti convocandoli per una selezione.
Saranno a carico degli ammessi ai laboratori spese di viaggio e di soggiorno (prezzi convenzionati).
Gli ammessi ai corsi dovranno obbligatoriamente consegnare un certificato di sana e robusta costituzione.
Il Teatro Stabile d’Abruzzo potrà riservarsi di non attivare quei laboratori che non raggiungeranno il numero minimo di partecipanti necessari.
4. Al modulo d’iscrizione vanno allegati:
– Due foto formato tessera.
5. Termine ultimo per l’iscrizione è il giorno Sabato 23 Giugno

Modulo di Iscrizione
(da compilare in ogni parte e in stampatello)
Il/la sottoscritto/a ___________________________ nato/a _________________
(___) il___________ codice fiscale ___________________________ e residente in _____________ (___) – via/piazza ___________________________ n° ___ CAP _______ e domiciliato (se diverso dall’indirizzo di residenza) in __________ (___) – via/piazza ________________________ n° ___ CAP _______, reperibile ai recapiti tel. _______________, cell._________________ e posta elettronica (obbligatorio)_________________________
CHIEDE
di essere ammesso/a al laboratorio di COSTUMI del TROILO E CRESSIDA ovvero L’invenzione dell’umano",con il docente Silvia Polidori che si terrà dal 2 al 29 luglio 2012 a L’Aquila.
Dichiara di frequentare (o essere in possesso del diploma) la Scuola di Teatro ________; ______________________________________________________________
Al fine di facilitare il giudizio della commissione esaminatrice, accettando integralmente il regolamento di iscrizione, il sottoscritto allega:
– N. 2 foto (primo piano e figura intera b/n);
– Curriculum vitae;
– Fotocopia del documento di identità e del codice fiscale;
Ai sensi dell’art.10 della legge 31/12/96 n°675 e del dlgs 196/03, il/la sottoscritto/a, autorizza al trattamento dei dati personali da parte del Teatro Stabile d’Abruzzo che utilizzerà i dati per la sola finalità di iscrizione al corso e che non li comunicherà o diffonderà a terzi.
_______, lì______

Firma ____________________________________

TROILO E CRESSIDA

direzione artistica
Alessandro Preziosi

direzione laboratorio di drammaturgia
Tommaso Mattei

coordinatore laboratorio di recitazione
Andrea Baracco
assistente
Daniele Muratore

direzione laboratorio di movimento scenico
Luca Ventura

direzione laboratorio scenografia
Marta Crisolini Malatesta

direzione laboratorio di costumi
Silvia Polidori

comunicazione
Roberta Gargano

dirigente organizzativo
Giorgio Iraggi

organizzazione generale
Aldo Allegrini

coordinamento editoriale
Tommaso Mattei

Informazioni TSA telefono 0862 62946 –
e-mail tsa@teatrostabile.abruzzo.it / ufficiocomunicazione@teatrostabile.abruzzo.it