Home / NEWS / CRESCE IL CONTRIBUTO MINISTERIALE
Condividi
Pubblicato il 29 Maggio 2007

CRESCE IL CONTRIBUTO MINISTERIALE

E’ stato ufficializzato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali il nuovo contributo assegnato al Teatro Stabile d’Abruzzo che, per l’anno 2007, prenderà 350.000 euro dal fondo unico per lo spettacolo.
L’assegnazione, che riconosce al nostro Ente Teatrale Regionale un aumento rispetto allo scorso anno del 6 %, è particolarmente significativa in questo momento di grande difficoltà economica dell’intero settore dello spettacolo dal vivo e segnala un chiaro plauso alla nuova linea artistica dello Stabile.
La Commissione Ministeriale preposta all’esame delle istanze ha aumentato il contributo ad altri Teatri Pubblici anche se con percentuali minori: lo stabile di Bolzano (+1,66), l’Emila Romagna Teatro (+1,94), lo stabile delle Marche (+4,54), il Teatro Metastasio (+3,77), lo stabile del Friuli Venezia Giulia (+1,81), lo stabile sloveno (+2,70) e lo stabile di Napoli (+5) per la qualità delle proposte non solo di nuovi allestimenti, ma anche di promozione dell’attività teatrale e di promozione del pubblico.
Soddisfazione per questa inversione di tendenza, che vede il TSA passare dalle diminuzioni di contributo ministeriale degli anni scorsi all’aumento per la stagione attuale, è stata espressa dalla presidente Stefania Pezzopane che vuole, però, sottolineare come questo deve essere il punto di partenza per un rilancio effettivo e duraturo dello Stabile abruzzese che, avendo gli stessi obblighi produttivi di teatri con bacini di utenza enormi, come lo stabile di Genova o quello di Milano o di Roma, deve arrivare ad uno stanziamento da parte del Ministero che ne garantisca l’attività.
Rileva l’importante segnale da parte del Governo anche il direttore del TSA Federico Fiorenza che, con la Presidente, ha appena presentato alla stampa la nuova collaborazione artistica di Alessandro Gassman, constatando come la linea impostata sulla doppia strategia, di grandi allestimenti e nel contempo di valorizzazione di giovani talenti nel teatro musicale e nel teatro di ricerca espressiva, abbia dato subito buoni frutti incoraggiando l’Ente a proseguire nel lavoro appena iniziato.