Home / NEWS / BEN HUR, UNA COMMEDIA FRIZZANTE PER LA STAGIONE TEATRALE AQUILANA
Condividi
Pubblicato il 09 Dicembre 2013

BEN HUR, UNA COMMEDIA FRIZZANTE PER LA STAGIONE TEATRALE AQUILANA

Risate sotto l’albero con una commedia da non perdere, per la Stagione Teatrale Aquilana del Teatro Stabile d’Abruzzo in collaborazione con l’ATAM: giovedì 12 dicembre alle ore 21.00 e venerdì 13 dicembre alle ore 17.30, presso il Ridotto del Teatro Comunale di L’Aquila, debutta BEN HUR una storia di ordinaria periferia, scritta da Gianni Clementi, e messa in scena con la regia di Nicola Pistoia, protagonisti Paolo Triestino, Nicola Pistoia ed Elisabetta De Vivo.

 Gianni Clementi con “Ben Hur” affronta il tema dell’immigrazione e del razzismo in modo nuovo e brillante, riuscendo a presentare temi di attualità con grande semplicità e suscitando nel pubblico momenti di profonda riflessione, ma anche di grande ilarità.
Sergio, interpretato da Nicola Pistoia, che firma anche la regia dello spettacolo, è uno stuntman caduto in disgrazia dopo un avvio eccellente niente di meno che con Spielberg nel film “Salvate il soldato Ryan”. Oggi si ritrova infortunato e in attesa di risarcimento; così per sbarcare il lunario si arrangia a posare, vestito da centurione per i turisti che passano davanti al Colosseo. Sua sorella Maria (Elisabetta De Vivo) è separata, per arrotondare gli spiccioli del fratello è costretta a lavorare in una chat erotica.
A rompere il tran tran quotidiano arriva Milan (Paolo Triestino), ingegnere bielorusso con tanta voglia di lavorare. Per mandare soldi alla sua famiglia, Milan si arrangia a far tutto, anche a sostituire Sergio nel ruolo di centurione. La coppia Triestino-Pistoia, conferma il successo ottenuto con “Muratori” di Edoardo Erba e “Grisù, Giuseppe e Maria” dello stesso Clementi, con questa nuova pièce scritta appositamente per loro. Divertimento assicurato e garantito!

Per ogni informazione il botteghino del TSA risponde ai numeri 0862 62946 e 348 5247096.

Così la stampa:


commedia all’italiana? E’ buffa, anzi tragicissima.. eccellente la regia ed ottimi gli attori… pubblico divertito mentre è indotto a pensare. Accade meno spesso di quanto dovrebbe. 
(Masolino D’Amico – La Stampa)

.. da non perdere… 
(Alessandra Bernocco – Europa)

 

.. ancora insieme, Triestino e Pistoia. Come sale e pepe, bibì e bobò, Totò e Peppino. 
(R. Battisti – L’Unità)

.. un testo divertente, velenosamente intelligente, ottimamente interpretato.. (Corriere del Ticino)

.. due ore di ilarità, emozioni e riflessione… (Giorgia Gelsi – Il Piccolo)

 .. quotidianità sbrecciata, che diverte il pubblico e lo prepara all’amarezza.. 
(Il Giornale del Popolo)

.. gli attori ci regalano tre personaggi indimenticabili… 
(Laura Novelli – Il Giornale)