Home / PRODUZIONI / L’ISOLA DEI PIRATI

L’ISOLA DEI PIRATI

Continua la nostra navigazione nel mare magnum della narrazione fantastica. L’isola dei Pirati, propone un viaggio cappa e spade nei luoghi comuni della pirateria di fine settecento, ma soprattutto propone una ulteriore visione sulla capacità di affabulazione che il teatro di figura sa mettere in campo nell’evoluzione di una storia, nell’evoluzione del linguaggio teatrale tout-court. Attori e Pupazzi, in questo allestimento, contribuiscono al divenire narrativo, sempre profondamente colti nella ricerca di un equilibro d’uso, e quindi di relazione, difficile ma non impossibile, tra ciò che è vero, l’attore, e ciò che vero non è, la figura. Pupazzi e sagome, non diverranno mai solo pretesto estetico al divenire narrativo, ma sorprendente mezzo che consente all’attore di accompagnare il pubblico verso una: ”volontaria sospensione dell’incredulità”.

La locandina

L’ISOLA DEI PIRATI

con Tiziano Feola, Giuseppe De Simone, Zenone Benedetto
pupazzi Ada Mirabassi
luci Carlo Menè
scenografia Albert Van Hengel
costruzioni meccaniche Filippo Iezzi
costumi  Ettore Margiotta
responsabile organizzativo Viviana Agretti, Francesca Larcinese
testo e regia  Zenone Benedetto

una produzione del Teatro Stabile d’Abruzzo in collaborazione con  I guardiani dell’Oca

Dove e quando

[contact-form-7 id=”7763″ title=”Modulo di contatto 1″]