I video del Teatro Stabile d'Abruzzo

39 video presenti
 
25-02-2016

TANTE FACCE NELLA MEMORIA

Il Teatro Stabile d'Abruzzo, in collaborazione con l'Associazione InArte, presenta la sua nuova produzione, TANTE FACCE NELLA MEMORIA, regia di Francesca Comencini, con Mia Benedetta, Bianca Nappi, Carlotta Natoli, Lunetta Savino, Simonetta Solder, Chiara Tomarelli.Lo spettacolo racconta sei storie di donne partigiane e non che nel '44 vissero l'eccidio delle Fosse Ardeatine, feroce rappresaglia dopo il tragico attentato di via Rasella del 23 marzo 1944. Un'esperienza terribile ripercorsa dall'autrice attraverso le voci di sei donne toccate in prima persona. Curato da Mia Benedetta e Francesca Comencini, lo spettacolo è nato con l'ascolto delle registrazioni delle testimonianze dirette ed affronta una delle pagine più drammatiche della nostra storia.

[guarda il video]
18-02-2016

TANTE FACCE NELLA MEMORIA ALLA CAMERA DEI DEPUTATI

La nuova produzione del Teatro Stabile d'Abruzzo TANTE FACCE NELLA MEMORIA, regia di Francesca Comencini, con Lunetta Savino, Mia Benedetta, Bianca Nappi, Carlotta Natoli, Simonetta Solder, Chiara Tomarelli è andata in scena  come Evento Speciale mercoledì 13 maggio alle ore 18,00 nella prestigiosa Camera dei Deputati, Sala della Regina, a Roma ospite della Presidente Laura Boldrini.

Lo spettacolo, realizzato in collaborazione con l'Associazione InArte, racconta sei storie di donne partigiane e non che nel '44 vissero l'eccidio delle Fosse Ardeatine, feroce rappresaglia dopo il tragico attentato di via Rasella del 23 marzo 1944. Un'esperienza terribile ripercorsa dall'autrice attraverso le voci di sei donne toccate in prima persona. Curato da Mia Benedetta e Francesca Comencini, lo spettacolo è nato con l'ascolto delle registrazioni delle testimonianze dirette ed affronta una delle pagine più drammatiche della nostra storia.

[guarda il video]
14-11-2015

Grand Guignol all'italiana debutta a L'Aquila

Il servizio di Fabrizio Masciangioli per il TGR Abruzzo dedicato al debutto di "Grand Guignol all'italiana", la nuova produzione del Teatro Stabile d'Abruzzo firmata Vittorio Franceschi, diretta da Alessandro D'Alatri e interpretata da Lunetta Savino, Umberto Bortolani, Carmen Giardina, Sebastian Gimelli Morosini e Andrea Lupo.

[guarda il video]
30-09-2015

GRAND GUIGNOL ALL'ITALIANA

...qualche tempo fa -racconta D'Alatri- mi saltò tra le mani "Grand Guignol all'italiana". Un gioiello che attendeva pazientemente da quindici anni di venire compreso e amato. Chi conosce la drammaturgia di Franceschi sa bene quanto l'ironia sia un elemento costante del suo sguardo sulla vita. In questo caso direi che si è divertito a trasformarla in graffiante satira che fa aleggiare nei due atti come un refolo entrato da uno spiffero e che lentamente si trasforma in un tempestoso vortice.

[guarda il video]
11-11-2013

CYRANO SULLA LUNA

Il vero nome di Cyrano era Hercule Savinien de Cyrano de Bergerac, un personaggio eccentrico e bizzarro, scrittore ed apprezzato alchimista. "L'altro mondo o Gli stati e gli imperi della luna" fu probabilmente il suo capolavoro: un racconto fantastico, estremamente vivace. Il racconto de L'altro mondo o Gli stati e gli imperi della luna, nella più tipica e schietta prosa barocchista, è quello di un viaggio meraviglioso, realistico e poetico, nei paesi della Luna e del Sole. È un pretesto per l'esposizione di ardite teorie filosofiche, scientifiche e religiose: il movimento della terra, l'eternità e l'infinità dei mondi, la costituzione atomica dei corpi, i principi fisici dell'aerostato ecc.

[guarda il video]
11-11-2013

UNA PURA FORMALITA'

Ho cercato di far rivivere tutta la forza drammatica della sceneggiatura modificandone quelle parti che si presentavano con dei connotati troppo cinematografici, preservandone al tempo stesso quell'intensità che dall'inizio ci avvolge nel suo misterioso intreccio. Il racconto rimane oscuro fino al suo sconvolgente epilogo dove i pezzi lacerati di una vita si compongono in una serenità inaspettata e commovente.

[guarda il video]
11-11-2013

GABRIELE D'ANNUNZIO, TRA AMORI E BATTAGLIE

Immaginate di entrare come in un incantesimo in quella casa museo che è il Vittoriale degli Italiani. Preparatevi a incontrare il Vate, in compagnia della sua fedele domestica Aélis, a rivivere con lui alcuni momenti salienti della sua biografia, delle sua estetica decadente. Preparatevi a immergervi nell'atmosfera della Roma de "Il Piacere", a spiare il suo modo di sedurre e incantare la duchessina Maria Hardouin,
a essere testimoni della relazione epistolare con la diva del momento, l'attrice Eleonora Duse. Preparatevi a scappare con d'Annunzio in Francia, rincorso dai tanti creditori, per poi tornare trionfalmente in Italia nelle trincee della Prima Guerra Mondiale, sui cieli di Vienna, tra le vie della città di Fiume. E preparatevi a rivivere l'esilio dorato del Vate al Vittoriale con la pianista Luisa Baccara, il decadimento, la droga, il d'Annunzio segreto, poeta, eroe, artista, esteta, uomo di marketing, indiscutibile protagonista della Storia e della Letteratura italiana, che ha saputo fare della propria vita come si fa un'opera d'arte.

[guarda il video]
11-11-2013

TOTO' E VICE'

Da qualche tempo si sono incontrati con Totò e Vicé, poetici clochard nati dalla fantasia di Franco Scaldati, poeta, attore e drammaturgo palermitano, e nelle loro parole, nei loro gesti, nei loro pensieri, nei loro giochi si sono subito ritrovati, traducendo e reinterpretando i loro dialoghi fantastici e le loro domande surreali.Totò e Vicé sono legati da un'amicizia reciproca assoluta e vivono di frammenti di sogni che li fanno stare in bilico tra la natura e il cielo, in un tempo imprendibile tra passato e futuro, con la necessità di essere in due, per essere.

[guarda il video]
11-11-2013

IL NIPOTE DI RAMEAU

Rameau si è offerto attraverso i secoli come un nitido archetipo di libero servo, innocua foglia di fico per padroni a tolleranza variabile.
Scorgiamo dietro la sua perversità le paure del filosofo del perdere se stesso e i propri riferimenti etici nell'affrontare un primo embrione di libero mercato delle idee che intuiva stesse nascendo in quel turbolento e fervido scorcio di secolo.
Rameau manca dai nostri teatri dagli inizi degli anni novanta, un ventennio di profonde mutazioni nel corpo della nostra società civile, le sue contorsioni intellettuali quindi assumono nuovo e violento impatto e nuovi motivi di aspro divertimento.

[guarda il video]
11-11-2013

IL BALCONE DI GOLDA

"Golda's balcony", ultimo lavoro teatrale di William Gibson, esce nel 2003 dalla abile penna di questo drammaturgo celebre soprattutto per "Anna dei miracoli" e "Due sull'altalena". L'autore, affascinato dalla vita della leader israeliana Golda Meir, rilavorò al monologo "Golda" scritto nel 1977 per Anne Bancroft, la magnifica interprete di Anna dei miracoli, e che non era stato accolto come sperava. La nuova stesura fu finalmente un grande successo. Questo testo vanta, a tutt'oggi, il record di maggior tenitura di un monologo a Broadway con oltre 3.000 repliche.

[guarda il video]

Valid XHTML 1.1 | Valid CSS 2 | WAI Double A