Le stagioni teatrali del Teatro Stabile d'Abruzzo 2017/2018

Cerca
Spettacoli in programma nella stagione 2017/2018

 

I RAGAZZI CHE SI AMANO

L'amore e i giovani: niente e nessuno esiste più attorno a loro, poiché essi non appartengono più a questo mondo, ma a un altro, che vive nell'accecante calore del loro sentimento. Ciascuno di noi può dunque ritrovare qui echi e immagini della propria adolescenza.

[»leggi tutto]

L'ANATRA ALL'ARANCIA

"L'anatra all'arancia" è uno spettacolo "cult" del teatro leggero, un titolo emblematico di quella drammaturgia che suscita l'ilarità con classe e attraverso un uso sapiente e sottile della macchina teatrale.

[»leggi tutto]

LILLO E GREG BEST OF

"Lillo e Greg, the best of" mette in scena un frizzante "varietà" che ripropone tutti cavalli di battaglia della famosa coppia comica

[»leggi tutto]

LAIKA

 LAIKA è  un piazzale nel quale si incontrano la fatica e l'umiliazione del lavoro, la rabbia e la solidarietà di chi non ha nulla da perdere e per questo riesce ad alzare la testa.

[»leggi tutto]

UNO ZIO VANIA

I temi universali della famiglia, dell'arte, dell'amore, dell'ambizione e del fallimento, inseriti in una proprietà ereditata dai protagonisti della vicenda di Zio Vanja, sono il centro della messa in scena.

[»leggi tutto]

DON CHISCIOTTE

Pietra miliare del romanzo moderno, il capolavoro della letteratura mondiale di Miguel de Cervantes, "Don Chisciotte", nella riscrittura di Maurizio De Giovanni, già autore di numerosi racconti e romanzi e padre del commissario Lojacono de "I bastardi di Pizzofalcone", va in scena, con gli esplosivi ed eclettici Nando Paone e Peppe Barra nei panni del bizzarro hidalgo spagnolo e del suo fido scudiero Sancho.

[»leggi tutto]

VINCENT VAN GOGH, L'ODORE ASSORDANTE DEL BIANCO

L'odore assordante del bianco è uno dei primi testi di Stefano Massini, vincitore del Premio Pier Vittorio Tondelli 2004, e sarà messo in scena al Festival da Alessandro Preziosi: «La messinscena - afferma il regista - ha l'obiettivo di riuscire a rappresentare sul palcoscenico il labile confine tra verità e finzione, tra follia e sanità, tra realtà e sogno, ponendo interrogativi sulla genesi e il ruolo dell'arte e sulla dimensione della libertà individuale».

[»leggi tutto]

VESTIRE GLI IGNUDI

Vestire gli ignudi è una storia di sesso, potere e visibilità mediatica che sembra scritta ai giorni nostri. Ed è soprattutto la storia di una libertà, di una ribellione ad una società imprigionata nei meccanismi della forma. Il contrasto fra maschile e femminile si incarna in quest'Opera, nelle celebre dicotomia pirandelliana tra Forma e Vita.

[»leggi tutto]

LA CENA DEI CRETINI

Un classico della commedia francese, un grande successo che da oltre vent'anni diverte, affascina ed emoziona le platee di tutto il mondo.
Un gruppo di ricchi borghesi parigini per divertimento, ogni settimana organizza una cena in cui ognuno di loro invita un "cretino": il migliore vincerà la serata

[»leggi tutto]

CATTIVISSIMO MAX

Max Giusti torna al teatro e si presenta al giudizio del pubblico con il suo spettacolo più comico e irriverente di sempre: "Cattivissimo Max"! Essere cattivissimi, secondo Max Giusti, è l'unico modo per riuscire ad esorcizzare questa attualità che si presenta sempre più inestricabile e bislacca

[»leggi tutto]

Valid XHTML 1.1 | Valid CSS 2 | WAI Double A