Home / 2020 / Il ritorno de “La Traviata: quella di Dumas e quella di Verdi (ne parliamo a cena)”,

Il ritorno de “La Traviata: quella di Dumas e quella di Verdi (ne parliamo a cena)”,

Stando a cena in allegria, si può raccontare “La Traviata” cioè l’opera lirica piú famosa e piú rappresentata in tutto il mondo? Una magnifica compagnia di attori e musicisti l’ha già fatto la scorsa estate, con lo spettacolo andato in scena con travolgente successo al Festival “I Cantieri dell’Immaginario 2019”. Adesso, a grande richiesta, lo spettacolo viene riproposto nella suggestiva ambientazione del Ristorante Parco dei Pini. La serata comprende lo spettacolo vero e proprio, ricco di momenti musicali, danza e giocoleria, e la cena, servita nel corso della rappresentazione. L’appuntamento è per  Venerdi 24 Gennaio, alle 20:30. È indispensabile la prenotazione: telefoni 0862.441.293 / 333.677.8738, oppure direttamente al Parco dei Pini (Via Mausonia 18, Bazzano). Lo spettacolo è prodotto dall’Associazione Culturale Gentium in collaborazione con il Teatro Stabile d’Abruzzo. Testo e Drammaturgia di Errico Centofanti. Regia di Fabrizio Pompei. La musica comprende arrangiamenti dalla Traviata di Giuseppe Verdi e brani originali composti dal Trio 99. Scenografia, Disegno luci e Costumi di Umberto Di Nino. Coreografie di Maria Zaccagno. Gli attori: Giuseppe Tomei, Francesco Stefani, Alberto D’Amico, Gemma Maria la Cecilia, Claudia Muzi. Canta il soprano Rita Alloggia. I musicisti: Alessandro e Francesco Tarquini, Diego Sebastiani. Le danzatrici: Rosa Gaia Sciarretta, Elisa De Paulis.Il costo della serata è di 35 euro e comprende la cena servita nel corso della rappresentazione: Entrée de Bienvenue, Gnocchi al Gorgonzola e Tartufo, Maialino alla Birra e Composta di Mele, Patate al Rosmarino, Crostata di Mele, Vini doc d’Abruzzo e Caffè. Come precisa il sottotitolo “ne parliamo a cena”, la famosissima Traviata viene raccontata conversando amabilmente intorno a aneddoti curiosi e divertenti che ne precedettero e accompagnarono la creazione da parte di Verdi e anche proponendo dal vivo alcuni tra i piú celebri dei suoi brani cantati, il tutto venendo arricchito da variegate suggestioni a base di momenti di danza e giocoleria. Insomma, uno spettacolo coloratissimo e brillante, che scorre veloce tra ilarità, commozione e deliziose proposte gastronomiche.

La locandina

Dove e quando

[contact-form-7 id=”7763″ title=”Modulo di contatto 1″]