Home / News / I NUOVI ABITANTI DELLA CITTÀ
Condividi
Pubblicato il 04 Aprile 2019

I NUOVI ABITANTI DELLA CITTÀ

Si conclude con l’allestimento di una mostra a Palazzo Fibbioni, sede dell’Amministrazione Comunale nel cuore del centro storico della Città di L’Aquila, il laboratorio “I nuovi abitanti della città” organizzato dal Teatro Stabile d’Abruzzo in collaborazione con la Libera Pupazzeria e con la Scuola Media “Dante Alighieri”. L’esposizione sarà visitabile dal 6 al 18 aprile dalle ore 9,00 alle ore 13,00 e dalle ore 15,00 alle ore 18,30, sabato e domenica dalle ore 16,00 alle ore 18,30.

Il laboratorio, che ha insegnato ai ragazzi a realizzare maschere, costumi e altri manufatti con materiali di riciclo, è stato condotto dagli artisti Massimo Piunti e Silvia Di Gregorio e si è proposto di far ideare, disegnare e realizzare dei veri e propri “mascheramenti” non necessariamente riconducibili al carnevale o ad altre feste in maschera, ma che abbiano lo scopo di tradurre in arte quello che gli studenti pensano del loro “ essere “ nella nuova città che si va man mano delineando, sia dal punto di vista architettonico, sia dal punto di vista delle relazioni sociali inevitabilmente mutate per via del sisma.

Il costume come mediazione con l’ambiente urbano che i ragazzi hanno vissuto, data la loro età, più dai racconti che per esperienza diretta, la maschera come manifesto dei loro bisogni, desideri, disagi. Utilizzando gli stili e i segni dell’arte moderna e contemporanea i giovani studenti hanno potuto trovare nuovi sentieri della creatività insita in ognuno di noi, ci fanno così vedere come da scatoloni e bottiglie di plastica possono uscire fuori delle cose impensabili, inedite per il distratto quotidiano.

E’ stato questo un modo per muoversi liberamente nell’immenso spazio indefinibile dell’arte. Maschere e costumi indossati dagli studenti hanno agito nel contesto urbano creando stupore e curiosità nel centro o nella periferia di una città che ha un forte bisogno di ritrovare la propria identità, uno stimolo per tutti. Le figure fuori dal tempo, o forse di un tempo che deve ancora arrivare, hanno svolto azioni performative e sono state immortalate in una serie di fotografie, a cura di Simona Iovane, che resteranno a memoria di un lavoro pieno di entusiasmo.

La realizzazione delle attività, inserite in un protocollo d’intesa sottoscritto dal Teatro Stabile d’Abruzzo con la Scuola “Dante Alighieri”, è stata possibile grazie all’impegno della Dirigente Scolastica Antonella Conio, delle coordinatrici Ernesta De Simone e Giuseppina Menichini e dei professori che hanno costantemente accompagnato l’avventura Teresa Ottavi, Simonetta Barteloni, Daniela Di Genova, Maria Pia Di Gioia, Giovanna Romagnoli, Massimo D’Ascenzo, Rossana Cerasoli, Federica Tassi, Renato Cetra, Rita Mecchia.