Home / Stagioni Teatrali / 2004/2005 / GOOD BYE! LA MIA FAVOLA INFINITA

GOOD BYE! LA MIA FAVOLA INFINITA

Rita Pavone ha annunciato che si appresta a dare inizio, insieme a Teddy Reno, ad uno splendido capitolo conclusivo delle loro rispettive carriere, questo saluto alle scene si concretizza in un nuovissimo "musical" intitolato "GOODBYE! LA MIA FAVOLA INFINITA" che li vedrà protagonisti sui palcoscenici di tutta l’Italia e di buona parte del resto del mondo dopo la prima nazionale nel Teatro Comunale di L’Aquila. Nel 1960 ebbe inizio a Torino quella che Rita Pavone definisce "la mia favola infinita", cantando, per pochi soldi, negli avanspettacoli e nelle balere di Torino dove viveva, in un appartamentino assai modesto, con i genitori e tre fratelli. Per arrotondare lo stipendio del padre Giovanni, operaio della Fiat, faceva la "piccinina" presso una camiciaia e, lavorando, sognava… sognava… di diventare, un giorno, una grande cantante. Il sogno si realizzò, inaspettatamente, solo due anni dopo quando vinse la prima edizione de "La Festa degli Sconosciuti", organizzata dall’allora trentacinquenne triestino Ferruccio Merk-Ricordi in arte Teddy Reno in quel momento al culmine di una carriera di cantante, showman, attore e discografico.
Di qui la "favola infinita" di Rita si incrocia fatalmente con quella di Teddy Reno, che diventa, all’inizio, suo manager e produttore discografico, con successi televisivi clamorosi e con canzoni che segnarono un’epoca irripetibile negli anni ’60, ma che persino i giovani e giovanissimi di oggi ballano in discoteca, quali "La partita di pallone", "Il ballo del mattone", "Cuore", "Come te non c’è nessuno", "Fortissimo", "La pappa al pomodoro", "Il Geghegè"… poi gli incontri con Elvis Presley e Barbra Streisand, i films con Giancarlo Giannini, Terence Hill e Totò, il mitico "Giornalino di Gian Burrasca" televisivo… il matrimonio, i figli… Di tutto questo si narrerà, si canterà e si ballerà nel corso delle eccezionali serate nel nostro Teatro Comunale: divertimento assicurato!

La locandina

Interpreti
Rita Pavone e Teddy Reno

Dove e quando

Iscriviti alla newsletter